Le materie prime

Limone - Citrus limon (L.) Burm.

Albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutacee, genere Citrus.

È un delizioso sempreverde di modesta altezza (3-6 m), dalla corteccia grigia e dalle foglie rossastre da giovani e verdi in età matura. Il frutto, generalmente ovale, è composto da una buccia gialla più o meno ruvida, ricca di oli essenziali e separata dalla polpa, aspra e succosa, da uno strato bianco spugnoso detto albedo. Prediligendo un clima sufficientemente caldo e umido, viene coltivato lungo le zone costiere ioniche e tirreniche del nostro "Bel Paese". La fioritura avviene in primavera e a settembre, permettendo, così, la disponibilità del frutto per gran parte dell'anno. È conosciuto soprattutto per l'elevato contenuto di vitamina C e per le sue proprietà digestive e depurative.  

Mandarino - Citrus reticolata

Albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutacee, genere Citrus.

È un sempreverde dalle foglie piccole e profumate; il frutto di forma sferica leggermente appiattita presenta una buccia arancione, sottile e ricca di oli essenziali. Dei tre appartenenti al genere Citrus, il mandarino è l'unico dal frutto dolce, la sua polpa ha il classico colore arancio chiaro ed è costituita da piccoli e succosi spicchi. Si coltiva lungo le coste tirreniche e ioniche, principalmente in Sicilia, Campania e Calabria. È un frutto invernale la cui raccolta va da dicembre a marzo per la varietà tardiva. Particolarmente ricco di vitamine, soprattutto C, ha notevoli proprietà, tra cui digestive, diuretiche, antiossidanti e antisettiche. 

Ulivo - Olea europaea L.

Albero da frutto appartenente alla famiglia delle Oleaceae.

È un sempreverde molto longevo, il cui tronco inizialmente cilindrico ed eretto, con l'età diviene irregolare, sinuoso e nodoso. La corteccia è grigio-verde e liscia fino al decimo anno circa, poi nodosa, scabra con solchi profondi e screpolata in placchette. La pagina superiore delle foglie è opaca, di colore verde, quella inferiore è più chiara quasi argentea per la presenza di peli. I frutti, le olive, hanno un colore che varia dal verde al giallo, dal viola al nero violaceo. Predilige ambienti e climi secchi, aridi e asciutti ed è sensibile alle basse temperature; può essere coltivato in prossimità dei litorali fino a 900 m s.l.m. Ha proprietà antisettiche, antipiretiche, antinfiammatorie, diuretiche e depurative. 

Finocchietto selvatico - Foeniculum vulgare Mill.

Pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Apiaceae o Ombrelliferae.

Il finocchietto è una pianta spontanea molto aromatica, ricca di oli essenziali. Il fusto eretto e ramificato, può raggiungere anche i 2 m di altezza; le foglie hanno una forma facilmente riconoscibile, molto simile al fieno, di colore verde scuro e suddivise in sottilissime lacinie regolari e lineari. In estate, i piccoli fiori gialli sono raccolti in ombrelle terminali costituite da un numero variabile di raggi (da 5 a 15). Seguono i frutti, chiamati impropriamente semi, prima verdi e poi grigiastri, oblunghi e glabri con coste in rilievo ed equidistanti. Il finocchietto è tipico delle regioni costiere dove con facilità trova il suo habitat ideale: luoghi soleggiati, incolti, aridi e sassosi, zone rocciose e muri a secco. Il suo areale, però, può spingersi fino alla zona submontana. È particolarmente conosciuto per le sue proprietà diuretiche e digestive.

Carruba - Ceratonia siliqua L.

Frutto del carrubo, albero appartenente alla famiglia delle Febaceae o Leguminosae.

Longevo sempreverde tipico dell'area mediterranea. In quanto resistente alla siccità, predilige climi aridi e luoghi soleggiati. Presenta un fusto vigoroso, con corteccia grigiastra-marrone, ramificato in alto e con chioma espansa. Le foglie, di forma ovale o rotonda, sono di colore verde scuro superiormente e più chiare inferiormente; i fiori, molto piccoli e verdastri, impiegano circa un anno per trasformarsi in frutto (carruba). Quest'ultimo comincia a svilupparsi in primavera per arrivare a maturazione a fine estate. Le carrube sono dei grandi baccelli di colore dapprima verde e poi marrone scuro, una volta mature. Presentano una superficie esterna molto dura, con polpa carnosa, pastosa, zuccherina e dal sapore che vagamente ricorda quello del cioccolato. I frutti contengono dei semi molto duri, scuri, tondeggianti e appiattiti, chiamati anche "carati" per via della loro sorprendente uniformità in peso; nell'antichità, infatti, venivano utilizzati per pesare preziosi e oggetti di valore. Le carrube annoverano interessanti proprietà nutrizionali e curative. Sono ricche di fibre; sono antiossidanti; hanno un elevato contenuto di vitamine E e K; sono fonte di calcio, zinco, potassio e fosforo e infine sono un rimedio naturale per i malanni legati alle vie respiratorie.

Prugnolo - Prunus spinosa L.

Arbusto a foglia caduca appartenente alla famiglia delle Rosaceae.

Si presenta sotto forma di arbusto cespitoso talvolta con portamento arboreo fino a 3-4 m di altezza. Il tronco e i rami di un colore grigio-brunastro, sono piuttosto fitti e provvisti di spine lunghe e dure. Le foglie di colore verde scuro e di forma ovale-ellittica, sono caduche e appaiono dopo la fioritura che, generalmente, avviene tra febbraio e aprile. I fiori sono piccoli e bianchi; i frutti sono drupe tondeggianti, di colore blu-nerastro che raggiungono la maturazione in tarda estate. Il prugnolo è una pianta spontanea capace di adattarsi a tutti i tipi di terreni, anche poveri e sassosi; cresce spontaneamente nei boschi cedui e al loro margine, negli incolti e nei cespuglieti aridi. Come pianta medicinale ha moltissime proprietà tra cui depurative, diuretiche e antinfiammatorie.

Mirto - Myrtus communis L.

Pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Myrtaceae.

Il mirto è una pianta aromatica tipica della macchia mediterranea; cresce spontaneamente lungo i litorali, nelle siepi e nelle boscaglie, dal livello del mare fino a quasi 500 m s.l.m. Produce un arbusto sempreverde di notevoli dimensioni, dai 50 cm ai 3 m di altezza. Presenta rami esili di colore rossastro da giovani fino a diventare grigiastri col tempo; le foglie sono piccole e di colore verde scuro; i fiori, intensamente profumati, sono di colore bianco o roseo. La fioritura avviene tra maggio e luglio; nei mesi invernali, invece, maturano i frutti: delle piccole bacche di colore nero-bluastro. Per il suo contenuto in oli essenziali, tannini e resine, è un'interessante pianta dalle proprietà aromatiche e officinali. Al mirto sono attribuite proprietà balsamiche, antinfiammatorie, astringenti e leggermente antisettiche.

Liquirizia - Glycyrrhiza glabra L.

Pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Febaceae o Leguminosae.

Sviluppa un grosso rizoma da cui si estendono stoloni e radici, lunghi fino a due metri; fiorisce tra giugno e luglio e il suo fusto raggiunge i 100-150 cm di altezza. Della liquirizia vengono utilizzate le radici di piante di 3-4 anni, raccolte durante la stagione autunnale e poi essiccate. È una pianta originaria dell'area mediterranea e mediorientale, è resistente al gelo e predilige i terreni calcarei e/o argillosi. La qualità più pregiata, Glycyrrhiza glabra typica detta anche "Liquirizia di Spagna", cresce in Italia, Grecia e Spagna. La virtù che in passato ha reso celebre la liquirizia è la sua azione dissetante, inoltre possiede proprietà digestive, diuretiche, antinfiammatorie ed espettoranti; indicata contro tosse e mal di gola e per chi soffre di pressione bassa poiché aumenta la pressione del sangue.

Essentia Cilenti di Silvana D'Agosto - Contrada S. Maria delle Grazie, 9 - fraz. Finocchito, 84061, Ogliastro Cilento (SA) 

cell. 342/7227059 - essentiacilenti@gmail.com - essentiacilenti@pec.it 

CF:DGSSVN63P59G011R - P. I.: 05426420658 - REA: SA444852 - Cod. ACC: IT00SAX00377A  

Crea il tuo sito web gratis!